01 giugno, 2008

Over 50

Classe 1955. Per età supera il mio target di uomo ideale (punto ai 45enni), ha gli occhi di un blu profondo da far girare la testa e la pelle color del latte per il Dna tedesco. Uno così non mi ha mai detto niente. Mai interessata a un "occhiazzurrini" come me. Mai desiderato un maschio dalla carnagione pallida. Finora.
Preferisco il genere moro, mediterraneo.
Eppure lui mi affascina. Al suo fianco perdo la cognizione del tempo. Non capisco nulla. Fatico persino a mettere a fuoco.
Durante la nostra chiacchierata di lavoro ci siamo fissati negli occhi. Spesso. A lungo. Cosa cercavo? Cosa cercava? Lo sguardo come una calamita irresistibile, da far traballare ogni certezza. Avrei voluto dargli il mio numero, dicendogli: "Usalo". Invece gli ho stretto la mano e l'ho ringraziato per la sua disponibilità.

2 commenti:

in fasce ha detto...

magari ha pensato la stessa cosa, lui.

inchiostrovivo ha detto...

@in fasce
Stessa scena il giorno dopo. L'unica cosa che sono riuscita a dire: "Spero di rivederLa". E lui: "Ci rivedremo". Ma sarà vero? Bolzano-Milano non è una passeggiata.