26 maggio, 2008

Prima di tutto

E prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento,
perché rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto,
perché mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere i comunisti
e io non dissi nulla,
perché non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare.

BERTOLT BRECHT

2 commenti:

m ha detto...

And the sign said, "The words of the prophets
are written on the subway walls, and tenement halls"...

inchiostrovivo ha detto...

E sul blog di inchiostrovivo